Alfabeti

Sabato 14 dicembre alle 17 in via Cagliari, già centro Isola e attuale sede della Ceramica Maestri d’Arte, con il sostegno e partecipazione dell’Assessorato alla Cultura della RAS, della Fondazione di Sardegna, del Comune di Oristano, di Confcooperative, CMA, MCM, CAS coop, Tela Fertile e eelegrafica80, si terrà un evento di singolare rilevanza culturale. Un ampio e articolato gruppo di artigiani e artisti declinerà, secondo le proprie competenze artigiane, grafiche e incisorie, la prima lettera dell’alfabeto. Le creazioni andranno a costituire una mostra, allestita da Mauro Podda, che rimarrà aperta sino al 24 dicembre. Ma l’inaugurazione della mostra sarà preceduta, dopo i saluti dei maestri ceramisti Antonello Atzori, presidente della CMA e di Angela Regina Sonia Zoccheddu, coordinatrice dell’evento, da un convegno la cui organizzazione è stata affidata alla Biblioteca Gramsciana Onlus. La Onlus ha potuto garantire la presenza del tutto eccezionale dell’ultimo editore umanista oggi esistente: Enrico Tallone. La lezione dell’Editore Tallone è unica nel suo genere. I libri licenziati dall’editore di Alpignano rispondono scrupolosamente e fedelmente ai dettati gutemberghiani: caratteri mobili da fonderia, composizione a mano, carte a mano o a PH neutro. A Tallone sarà affidato il primo intervento dal titolo Vestire la letteratura: psicologia ed estetica dei caratteri. Gianni Murtas, storico e critico d’arte, interprete attento e raffinato dei fermenti artistici in Sardegna dell’ultimo scorcio del secolo scorso, sarà chiamato stavolta con il suo intervento Giuseppe Biasi: il fascino del primitivismo a proporre un ampio escursus su, forse, il più grande artista sardo del ‘900 Infine a Giuseppe Andrea Manias con Publicitaria: etichette et alia sarà affidata un’ampia disamina su marchi e contrassegni aziendali. Coordinerà il convegno chi scrive.                        Luigi Manias