Beaux Livres

Marraconi / Macarroni

Mi è sfuggito nello stillicidio di ricorrenze anniversarie, di cui sono fautore militante perché utili pretesti per affrontare temi a me cari, una capitale nell’anno appena passato: il 500° anniversario dell’edizione toscolana dell’Opus Merlini Cocaii Poetae Mantuani Macaronicorum. Rimedio tardivamente…

Atrus annus

La rinascita della carta a mano d’Alvernia in Francia è tradizionalmente attribuita allo scrittore Henri Pourrat. Nato, residente e morto ad Ambert, Pourrat mal sopportava il declino degli ultimi artigiani della carta, costretti a ridursi alla produzione di filtri o…

Libri paralleli: antefatti

Sul desco marmoreo del Mielometro due libri paralleli, non per l’apparente collocazione fisica ma per gli esiti ultimi. La quasi contemporaneità dell’acquisto deve molto ad un mio errore in un post su Verina Olla (98 anni al 29 settembre), convinta…

La favola delle api

Recensendo l’edizione critica di Kaye de The fables of the Bees, or Private Vices, Pubblic Benefits di Bernard Mandeville, in accordo col Sakmann, che non riconosceva all’opera “alcuna efficacia nella storia della filosofia, priva come gli pareva di serietà speculativa”,…

100 anni fa ad Alès

L’accento rivela un’omonimia non perfetta. Alès non è il borgo natio di Gramsci bensì quello di Pier André Benoit, in Occitania nel dipartimento del Gard, dove PAB, questo era il suo pseudonimo dal 1943, nasceva esattamente 100 anni fa. Tipografo,…

100 ben portati

Parigi nel ‘900 fu tra le due guerre la capitale europea che più di ogni altra annoverava, causa un diffuso culto per il bel libro composto a mano con caratteri mobili di fonderia, su carte pregiate, con incisioni di artisti…

Indice di circolazione

Non deve essere stato certo Il moloch dell’indice di circolazione, rivelatore di quante volte un libro viene dato in prestito, che ha mietuto una vittima illustre nella Biblioteca Alunni dell’Istituto Magistrale di Stato “Francesco de Sanctis”n. 2 di Cagliari, bensì…

La veglia di novembre

La spada degli accademici di Francia può definirsi un’autentica creazione di oreficeria, che comprende simboli legati al suo proprietario, sebbene nella guardia comune sia la fenice stilizzata, a rappresentare la rinascita e la ricerca di conoscenza sempre rinnovata. Il pomo…

La profezia delle parole

Trentasette opere di Guido Ceronetti licenziate dai torchi dei Tallone, in trentasei anni dal 1981 al 2017, sono l’attestazione più concreta di una lunga e reciproca fedeltà, in buona parte documentata con la consueta acribia bibliografica e passione bibliofila da…

Pegaso fra i zebù

Il Prix Alfred de Pontécoulant, premio annuale per la poesia creato nel  1945 dall’Accademia Francese, viene attribuito nel suo anno d’esordio a Henri Vivarrat per il suo Pégase chez les Zébus: Evocations littéraires (Madagascar 1930-1938), prima e sola edizione di…