Giovanni Impastato in Sardegna

Giovanni Impastato, fratello di Peppino, giornalista e attivista ucciso dalla mafia a soli trentanni a Cinisi il 9 maggio 1978, su ordine del capo cosca Tano Badalamenti, sarà in Sardegna in occasione del 40° anniversario della morte del fratello. Lo attende, per questo terzo ritorno, un tour de force in giro per l’Isola, che testimonia però quanta diffuso sia da noi l’interesse per la tragica storia di Peppino Impastato. L’evento è stato promosso dalla Biblioteca Gramsciana, in stretta collaborazione con una moltitudine di soggetti: associazioni, agenzie culturali, scuole e amministrazioni comunali. Saranno ben 12 gli incontri che si terranno in Sardegna dal 7 al 14 ottobre, nel corso dei quali Giovanni ricorderà e racconterà il fratello. Domenica 7 il primo appuntamento è a Isili, alle 10.30 al Centro sociale, per la presentazione, coordinata da Gigi Pisci e Giuseppe Andrea Manias, di Oltre i cento passi. Lunedì 8 alle 9.00 incontro al Liceo Lussu – Marconi di San Gavino e alle 18.30 nell’Aula Consiliare a Lunamatrona conferenza dibattito moderata da Giuseppe Andrea Manias. Martedì 9 alle 9.00 incontro con gli studenti della Scuola Media Dante Alighieri di Ales e la sera alle 18.30, sempre ad Ales, nella sala convegni del Comune, Giovanni Impastato dialoga con Roberto Scema. Mercoledì 10 alle 9.30 incontro ad Ales con gli studenti dell’Istituto Tecnico Industriale e alle 17.00 a Cagliari alla Facoltà di Giurisprudenza. Giovedì 11 ad Oristano alla mattina l’incontro gli studenti delle scuole superiori, coordinato da Antonio Deiola, si terrà presso il Centro Servizi Culturali UNLA, mentre la sera a Norbello alle 18.30 Giovanni Impastato dialogherà con il pubblico alla Biblioteca Comunale. Venerdì 12 mattina Samatzai incontro con le scuole e la sera alle 18.15 a Serramanna per il Festival di letteratura autobiografica Strangius, Giovanni Impastato sarà con Caterina Chinnici, coordinati da Pino Tilocca. Sabato 13 mattina la chiusura dell’evento itinerante a Serramanna con un incontro con le scuole, coordinato da Antonella Simbula.           Luigi Manias