Mesina e Gramsci

Dopo l’inserimento delle sezioni sulla logica, la microstoria e la Sardegna, che compongono insieme alle opere di e su Gramsci un corpus di 6300 monografie, 52 testate periodiche per un totale di un migliaio di numeri, integrato dai 2000 manifesti e dalle oltre 400 opere d’arte, la Biblioteca Gramsciana con sede a Villa Verde, si arricchisce di altri tre fondi, grazie ad altrettante donazioni. Il primo è una straordinaria raccolta di rarità iconografiche, cioè nove avvisi di cattura degli anni ’60 di celeberrimi latitanti sardi, fra i quali Mesina e Atienza. Il secondo, il fondo “Gabriele Giaccone”, donato dai due figli Stefano, musicista ex China e Franti e Carlo, pittore e insegnante, è un tributo all’amore e alla passione del loro padre per i libri. Per Gabriele Giaccone, torinese, classe 1922, lo studio delle lingue straniere (inglese, francese, esperanto) e l’inesausta e ardua ricerca di opere in lingua originale, proibite durante il regime fascista, furono un personale atto di indipendenza intellettuale e curiosità culturale. Il fondo “Gabriele Giaccone”, composto da opere in lingua inglese sulla storia italiana dall’impero romano all’epoca contemporanea e sulla letteratura americana con particolare attenzione alla beat generation,  rispecchia i comuni interessi di padre e figli. Un congruo numero di opere di storia locale su Torino e Piemonte completa la donazione. Daniele Sanna, sassarese, dottore di ricerca di Storia contemporanea nell’Università di Pavia, si è occupato principalmente di storia militare e delle istituzioni finanziarie (Da Porta San Paolo a Salò, Am&D, 2005; Costruire una Regione, Carocci, 2011; Tra fisco e contribuente. Nascita dell’amministrazione finanziaria italiana, FrancoAngeli, 2016). Sanna ha donato una significativa documentazione sul generale Gioacchino Solinas, che comandò i “Granatieri” nella difesa di Roma l’8 settembre del 1943, sull’amministrazione della Regione Sardegna dagli esordi al Piano di Rinascita, sulla storia dell’amministrazione finanziaria italiana.    Luigi Manias