Il portale culturale Marmilla Cultura. I committenti e l’utenza

Il portale culturale Marmilla Cultura, promosso dalla NUR, società che opera da oltre un ventennio nell’ambito della gestione e valorizzazione dei beni culturali territoriali, e che ne ha affidato a Bezier la strutturazione informatica, si propone come giacimento culturale dinamico, ovvero come lo strumento preferenziale per comunicare la densa eredità culturale della Marmilla in un ottica di fruzione diffusa. In prima istanza i benficiari del flusso informativo prodotto dal portale Marmilla Cultura saranno le popolazioni dei Comuni della Marmilla e tutti gli utenti di Enti e Associazioni culturali che a vario titolo producono cultura e che vogliono, con modalità di ben altra efficacia rispetto a quelle correnti, promuovere il loro patrimonio culturale. L’utente finale, sardo, italiano o straniero che sia, potrà essere compreso in un’ampia tipologia: il turista, il semplice curioso, lo studioso, l’utente commerciale, i giovani di ogni fascia d’età e scolarità, gli operatori chi si occupano di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale sardo. Poiché è l’utente a determinare il successo di un portale, il portale Marmilla Cultura è pensato per rispondere ai suoi bisogni e, contemporaneamente, per stimolare un approccio più approfondito e personale anche dal punto di vista di un turismo culturale meno standardizzato. Marmilla Cultura, offrendo un unico punto di accesso per i contenuti culturali del territorio, elaborati da una redazione unica, può essere usato per ricerche su argomenti, luoghi, eventi e persone indicizzati all’interno del portale, rinviando a siti web e a contenuti progressivamente più specifici e dettagliati e in prospettiva, a banche dati e biblioteche digitali. Luigi Manias