Il direttore responsabile

Mario Carboni, nasce a Cagliari il 19 febbraio 1941. Diploma di maturità classica e studi in giurisprudenza. Sposato, ha due figli e due nipoti. Giornalista professionista in pensione, imprenditore agricolo in attività.  Ha maturato una lunga carriera giornalistica. A 24 anni nel 1965 fonda Sardegna venatoria, che dopo tre anni vanta ben 35.000 abbonati.  Quindi collabora con numerose  riviste e nel 1974 inizia il suo rapporto con Tuttoquotidiano, che nato per reagire al monopolio giornalistico di Nino Rovelli, dopo appena due anni sarà costretto alla chiusura; anche a causa della forte divisione tra le diverse anime della redazione. Nel 1976 diventa giornalista professionista. Nel 1977 cura il radiogiornale di Radiolina e nel 1978 fa parte dello staff di Videolina. Nel 1981 entra ne L’Altro Giornale, che come Tuttoquotidiano avrà vita breve: due anni. Tra il 1983 e il 1985 è a Odeon TV, quindi sempre nel 1985 al Consiglio Regionale della Sardegna, dove è stato capo ufficio stampa e direttore delle pubblicazioni sino al 2006. In questo periodo  collabora con importanti testate nazionali come il Sole 24 ore e Italia Oggi e sotto pseudonimo anche con la Gazzetta dello Sport. Ha un consolidato rapporto con la Marmilla e come imprenditore agricolo da anni conduce a Gonnostramatza la sua azienda  “I Mandorli” secondo le regole dell’agricoltura biologica dedicandosi, fra le altre cose,  all’allevamento di una rara specie autoctona, i cavalli del Sarcidano; dei quali possiede 25 capi adulti, di cui 7 sono attualmente in doma ad Oristano. E’ il continuatore ed erede a Gonnostramatza, sebbene con diverso impegno e esito, di una tradizione famigliare incignata da suo nonno paterno negli anni ’30 del secolo scorso, che strutturò un’azienda agricola modello a carattere multifunzionale. Per molti anni è stato  dirigente di Confagricoltura della Provincia di Cagliari. E’ iscritto al PLI dal 1961 ed è stato dirigente comunale, provinciale, regionale e nazionale. E‘ socio individuale dell’ALDE. Luigi Manias