Il portale Marmilla Cultura. Le principali caratteristiche

La struttura delle risorse informative del portale Marmilla Cultura è stata definita con riferimento agli standard descrittivi, nazionali e/o internazionali, elaborati nelle diverse discipline dei beni culturali; ma adottando nella redazione finale dei contenuti un linguaggio non specialistico, che garantisse ad un’utenza diversificata un accesso facilitato all’informazione. Si è proceduto a armonizzare i contenuti mediante un’azione progressiva di raccordo e integrazione in un solo “contenitore”: il portale unico dei beni culturali Marmilla Cultura. I vantaggi di questa soluzione consistono nella realizzazione di significative economie di gestione e soprattutto, grazie a una infrastrutturazione informatica duttile ma allo stesso tempo potente, nel miglioramento del servizio offerto. Il portale Marmilla Cultura permette un accesso ai dati informativi per singole tipologie, ma consente anche accessi trasversali a partizioni di dati: ad esempio per singolo istituto di conservazione (archivio, biblioteca, museo), oppure per area territoriale o su base tematica. Si è ritenuto che la formazione e il successivo incremento del pubblico possa essere conseguito soprattutto attraverso un ripensamento delle modalità di presentazione, promozione e comunicazione del patrimonio informativo, rispetto a quello sin’ora offerto. Per ovviare alla condizione di estrema frammentazione dell’offerta culturale del territorio, nel portale Marmilla Cultura sono stati previsti accessi guidati e selettivi, attraverso “percorsi” storico-culturali e accessi tematici, promuovendo oggetti, fondi o collezioni di particolare interesse. Infine, per incrementare il volume dell’offerta e garantire interazioni con altre realtà, istituzionali e non, saranno realizzate forme di raccordo/integrazione con i siti/servizi Web dei maggiori istituti di cultura e degli altri soggetti potenzialmente interessati. Luigi Manias