Caduti e reduci di Mogorella della prima guerra mondiale

Il convegno “Caduti e reduci di Mogorella della prima guerra mondiale”, che si terrà a Mogorella mercoledì 30 dicembre ad incominciare dalle 16 presso il salone parrocchiale, è stato fortemente voluto dal Comune che ne ha affidato l’organizzazione alla Nur, in collaborazione con la Biblioteca Gramsciana Onlus. Dopo i saluti del sindaco Laura Scanu il primo intervento, esito di un lungo lavoro di ricerca documentaria e di un’articolata indagine sul campo, che ha permesso di raccogliere preziose testimonianze sui caduti e reduci della prima guerra mondiale, è affidato a Luigi Manias. Partendo dal monumento ai caduti Manias ha ricostruito, attraverso lo spoglio dei ruoli e fascicoli matricolari, la storia militare breve e tragica dei 20 fanti mogorellesi morti nella prima guerra mondiale. Determinante una fotografia del 1969 dove erano presenti gran parte dei reduci decorati con la medaglia dei cavalieri di Vittorio Veneto, che ha permesso di definire un primo elenco e la storia militare di ognuno dei reduci. Luigi Manias ha poi avviato la realizzazione di una prima raccolta digitale di “memorabilia” militari (concedi, medaglie, ecc.) e una breve indagine sul campo sui “ricordi” delle imprese dei fanti mogorellesi. Agostino Melis ha iniziato da tempo un complesso lavoro di scavo presso i cimiteri militari di tutta Italia, dove ha potuto scoprire l’esistenza di cinque tombe di altrettanti caduti mogorellesi. Il suo intervento, dal titolo “Eroi ritrovati: Salvatore Atzeni, Giuseppino Melis, Salvatore Murgia, Francesco Nocco, Cosimo Secci “, comprenderà un’ampia introduzione sull’argomento, la proiezione di vari filmati, la presentazione delle lapidi e la lettura della storia militare dei caduti. Il convegno sarà chiusa dall’esibizione canora del Coro Bachis Sulis di Aritzo, diretto da Michele Turnu, che si esibirà nell’interpretazione dell’inno della Brigata Sassari Dimonius.
https://www.facebook.com/events/1676735869277184 Luigi Manias