Radio Alta Marmilla. L’archivio

Prosegue la ricostruzione delle vicende di Radio Alta Marmilla con una testimonianza assai circostanziata rilasciatami da Alberto Manias il 27 febbraio scorso, corroborata dall’eccezionale ritrovamento dell’archivio della Radio composto, in verità,  da una sola unità archivistica, un’agenda del 1979 di cui 24 pagine, redatte da Alberto Manias, riguardano Radio Alta Marmilla. Ma l’accuratezza e rigore della sua tenuta  ne fanno un reperto prezioso e chiarificatore. Il frontespizio ci informa sulla frequenza di trasmissione 87,500 lunghezza locale e 104 MHZ lunghezza zonale. Segue l’organigramma dirigenziale: direttore responsabile Alberto Manias; dirigenti fondatori Carlo Atzei, Roberto Melis, Walter Corona, Paolo Casti, Antonio Porru; dirigenti acquisiti Gavino Angius, Cristina Porru. Segue un elenco di ben 20 collaboratori: Alberto Cancedda, Antonello Atzei, Giovanni Caboni, Paolo Muscas, Ausilia Atzori, Fabrizio Atzei, Adriano Atzei, Manuela Meloni, Massimiliano Farina Zucca, Franco Vacca, Cristina Porru, Massimo Pistis, Paolo Zucca, Paolo Cadoni, Marco Pisanu, Franca Porta, Roberta Porta, Saverio Deiola, Paolo Sanneris, Francesca (Chicca) Spada. Lo statuto era di 15 articoli, con due appendici, rispettivamente di 6 articoli relativi “Ai poteri e doveri del direttore responsabile” e di altri 11 sui “Poteri e doveri dei dirigenti”. La data di nascita ufficiale di Radio Alta Marmilla è quella della redazione del primo verbale del consiglio direttivo: il 20 aprile 1979. Alla presenza di Carlo Atzei, Roberto Melis, Walter Corona, Antonio Porru, Paolo Casti e Alberto Manias, vengono confermate le cariche di consiglieri e presidente / direttore,  attribuendo quella di segretario cassiere a Gavino Angius.  Il secondo verbale del 29 aprile sancisce l’ingresso nella dirigenza di Cristina Porru che,  “previa lettura dello statuto e dei regolamenti, ne accetta diritti e doveri, versando lire centomila da impiegare in acquisto di attrezzature”.  Luigi Manias