Radio Alta Marmilla. Testimonianza

Deve essere stata  la ormai consueta  frequentazione negli studi di Radio Super Sound a far riemergere dalla memoria il ricordo quasi sopito dell’avventura alerese prima di Radio Alta Marmilla poi di Radio Marmilla Popolare. Il 22 febbraio 2017, confidando nel provvido Internet , digito nella stringa di ricerca di Google Radio Marmilla Popolare, da cui sortiscono subito due interessanti reperti: una bell’articolo del 2000 per La Nuova Sardegna del compianto Tigellio Sebis, che ricostruisce la vicenda delle radio libere nel nostro territorio e l’annuncio su Lotta Continua del  17 marzo 1980 dell’avvio delle trasmissioni di Radio Marmilla Popolare. Una sentita testimonianza rilasciatami da Paolo Casti giovedì 26 febbraio 2017 entra in dettaglio sui trascorsi di Radio Alta Marmilla; che nascerebbe ad Ales nel gennaio del 1979 sulle ceneri di Radio Pompu, o per meglio dire di Radio Marmilla Centrale,  grazie al generoso prestito delle attrezzature necessarie alle trasmissioni del patron di quella radio Roberto Melis, radiotecnico oggi di stanza a Oristano, felicemente accasato ad Ales. L’organigramma vedeva come presidente, “monarchico” dice Paolo,  Alberto Manias e, fra gli  “azionisti di riferimento”,  il medico condotto di Ales Franco Granara, che conduceva con Paolo il programma “Onda scema”. Lo scrivente era il titolare di un programma di musica classica. Fruiva della totalità della collana  “I Grandi Musicisti” –  195 vinili pubblicati della Fabbri Editori dal 1965 con interpretazioni memorabili  – che apparteneva  allo stesso Casti. Gavino Angius proponeva una raffinata rassegna di  jazz, Massimo Pistis un programma generalista, mentre  la notte era appannaggio di Antonio Porru e Paolo Muscas con  “Per il bar di Aldo”, altro azionista di riferimento, che sosteneva la radio con abbondanti quantità di libagioni e soprattutto birra. La quota rosa era parzialmente rispettata: Cristina Porru conduceva un programma  e si contava nelle apparizioni, sebbene non  continuative, di Simonetta Deidda e Manuela Meloni. Alberto Manias sopperiva talvolta alla sua presenza mandando avanti per ore un registratore a bobine con musica varia. Radio dunque  di puro divertimento, sebbene con alcuni programmi  di ambizione. Il raggio di trasmissione era ristretto ai comuni limitrofi  e solo raramente raggiungeva Turri e Genuri. I programmi iniziavano di pomeriggio e venivano chiusi da Antonio Porru e Paolo Muscas, che proseguivano a piacere sino a tarda ora. Radio Alta Marmilla chiuderà  le trasmissioni nel giugno del 1979.   Luigi Manias