Tegola protettore e conduttore

Casa Daprà a Masongiu alta, in agro di Marrubiu e alle falde del Monte Arci, è già stato per ben quattro occasioni teatro di “agapè” artistiche di tipo residenziale. Dal 1° al 3 settembre, promosso dalla Biblioteca Gramsciana Onlus, si terrà questo quinto laboratorio che avrà per protagonista la tegola, proposta secondo le modalità costruttive invalse in Sardegna. Scrive il grande scultore polacco Igor Mitoraj  “La mia arte è, evidentemente, l’espressione artistica di un certo malessere, di un’emozione, di una protezione, che lascia la porta aperta all’immaginario; non è che un trampolino per l’al di là.“ La tegola è parte integrante dell’architettura rurale sarda. La tegola è protettore ma anche conduttore e gli artisti che parteciperanno a questo quinto laboratorio svilupperanno artisticamente queste peculiarità, confrontandosi con la perizia manifatturiera di del mastro tegolaio Serafino Cabras. Come è consuetudine il laboratorio si declinerà in un assortimento composito di altri interventi culturali. Il 1° settembre, dopo l’incontro con Serafino Cabras, gli artisti inizieranno ad elaborare le loro creazioni. Alle 22 il regista Antonello Carboni presenta il suo documentario Antonio Corriga la vita in un intreccio di colori. Il 2 settembre incontro con Giuseppe Bosich Tegola che protegge e conduce. Alle 22.30 presentazione e proiezione di Mia terra. Mia isola. Mio Universo con Fabrizio Daprà, Cinzia Carrus e Nicola Marongiu. Nella giornata conclusiva il 3 settembre alle 17 Ilaria Marongiu e Giuseppe Andrea Manias, della Biblioteca Gramsciana Onlus, presenteranno le opere realizzate. Contestualmente all’attività artistica nel corso delle tre giornate sarà allestito un banco-biblioteca, con un’ampia scelta di opere inerenti i temi del laboratorio,  dove gli artisti e il pubblico potranno fruire dei libri messi a disposizione. Il lavori della tre giorni saranno filmati e sarà prodotto un video. Luigi Manias 

https://www.facebook.com/events/1214319895346766/