Rame: malleabile, duttile, conduzione

“L’oro è per la dama, l’argento per la fanciulla, il rame per l’artigiano abile nel suo mestiere” è una frase di Rudyard Kipling, che assurge a epigrafe ispiratrice di questo originale workshop promosso dalla Biblioteca Gramsciana Onlus a Masongiu, in agro di Marrubiu, presso casa Da Pra, da venerdì 7 a domenica 9 settembre. Idealmente il workshop riconduce a quello dedicato all’orbace. Il rame, oro rosso, è materia ormai in disuso e la sua lavorazione sembra oggi relegata ad una dimensione quasi museale. Così come per l’orbace questo laboratorio vuole riscattare questa condizione esiziale del rame, questa materia duttile e malleabile, proponendo esiti finali di sicura cifra artistica. Ribattini, punzoni, martelli, righe metalliche, bulini, dime, cesoie, roditrici, mazzuoli saranno il corredo strumentale che 10 artisti, Antonello Atzori, Giuseppe Bosich, Jacopo Cau, Fabrizio Daprà, Antonella Guidi, Ilaria Marongiu, Fernando Marrocu, Gigi Meli, Marco Serra, Massimo Spiga, con il sapiente tutoraggio di Mauro Partini, useranno in questa densa due giorni. Il programma prevede inserti di assoluto interesse. Segnaliamo venerdì 7 alle 18.30 l’incontro con Sandro Ghiani, direttore del Museo del rame di Isili e Luigi Pitzalis, uno degli ultimi ramai isilesi, dal titolo Rame: storia, tradizione e tecnica della lavorazione in Sardegna. Alle 22 la proiezione del film documentario sulla lavorazione del rame prodotto da Maratè, Museo per l’Arte del Rame e del Tessuto e realizzato da Francesco Piras. Sabato 8 alle 9, Mauro Partini, maestro d’arte dal 1975, che dopo un periodo di artigianato con la pelle, ha iniziato a lavorare i metalli, offrirà agli artisti prove tecniche della sua maestria, come nello sbalzo e cesello dove ho trovato la sua forma espressiva preferita. Sempre sabato alle 22 Stefano Giaccone chiuderà la giornata con un recital musicale. La conclusione con la presentazione delle dieci opere alle 17 di domenica 9 settembre sarà affidata a Federico Coni Maestrodascia. Un banco biblioteca con testi sul tema sarà reso disponibile per gli artisti.       Luigi Manias