But the memory remains

La Biblioteca Comunale “Antoni Cuccu” di Villa Verde e l’Amministrazione Comunale svolgeranno a Villa Verde in collaborazione con l’ISTASAC, l’ISASCO, il Servizio Civile e la Biblioteca Gramsciana Onlus un intenso programma di attività culturali interamente dedicato a quello che fu uno dei più grandi drammi del “secolo breve”: la Shoah. Il programma si articolerà su quattro ambiti: mostra storica – documentaria, performance artistica, convegno e allestimento di una piccola biblioteca tematica. S’inizia mercoledì 27 gennaio nell’ex Frantoio Via Notaro Salis, 10 dalle 15.00 alle 19.00 con la performance alla Lavagna Artisti di Roberto Brundu. L’artista riolese diplomatosi presso l’Istituto Statale d’Arte di Oristano, – indirizzo legno – e laureato in pittura presso l’Accademia Ligustica Belle Arti, si cimenterà sul tema della Shoah.
Alle 17.30 l’apertura della mostra L’Ebreo come diverso, introdotta da Maurizio Onnis, consulente editoriale e autore di alcuni volumi sulla Shoa. I pannelli ripercorrono gli anni dal 1938 al 1945; dalla promulgazione delle leggi razziali in Italia alla Liberazione. La mostra, realizzata nel 1997 dall’ICSR e curata da Gloria Chianese, Giulia Buffardi, Maria Ferrara e Maria Teresa Iannitto, si articola in cinque blocchi tematici, rimarrà aperta per un mese con i seguenti orari: lunedì, mercoledì e giovedì 9:00 – 12:00; martedì e venerdì 15:00 – 19:00. Stessi orari e spazi per la Biblioteca tematica sui genocidi, che riserverà ai visitatori una sezione di supporti audiovisivi dedicati esclusivamente al tema. La Biblioteca permetterà ai visitatori di approfondire le tematiche affrontate dalla mostra, con particolare riguardo alle dinamiche dell’olocausto e alle ideologie che lo hanno generato. https://www.facebook.com/events/987979124627570Luigi Manias