33×366 con Melis, Guidi e Floris

Il sesto appuntamento di 33×366: 33 artisti ospitano Gramsci  che si svolgerà a Cagliari sabato 4 giugno, presso lo studio di Alessandro Melis in via Principe Amedeo 8, inaugura un giugno intenso e denso per questa importante rassegna.  L’artista  aprirà lo studio dalle 15.30 alle 21.30. Alle 18.30, come di consueto la relazione di uno studioso. Stavolta è il turno di Walter Falgio, storico e ricercatore universitario, e il suo intervento avrà come titolo I corregionali di Gramsci nella Resistenza. Il settimo appuntamento della rassegna si svolgerà a Collinas, domenica 12 giugno, nello studio di Antonella Guidi in via Vittorio Emanuele 31. L’artista aprirà al pubblico il suo atelier dalle 10 alle 12, mentre dalle 16 alle 21.30 lavorerà a un’opera dedicata all’universo affettivo femminile di Antonio Gramsci. Relatrice a partire dalle 18.30 Michela Caria, docente e animatrice dell’Associazione Antonio Gramsci di Cagliari, con un  intervento consonante a quello dell’artista dal titolo 70 anni di voto alle donne. L’ottavo appuntamento è fissato di nuovo  a Ghilarza, sabato 18 giugno nello studio degli Amici dell’arte in Via Santa Lucia 1 con l’artista Roberto Floris. Dalle 16 alle 21 i visitatori potranno vedere l’artista al lavoro su un opera ispirata dalla vita e dall’opera di Antonio  Gramsci. Alle 18.30  il relatore della giornata sarà Marcello Marras, ghilarzese e direttore del Centro dei Servizi Culturali UNLA di Oristano. Laureato in Antropologia culturale nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Cagliari, con una tesi sui carnevali di Aidomaggiore e Ghilarza è  autore di diversi saggi sul ballo e sulla musica sarda, ma anche di un interessante ricerca  su Ghilarza nel periodo di permanenza della famiglia Gramsci. Non a caso il suo intervento avrà come titolo I Gramsci a Ghilarza. Luigi Manias