33×366 con Marta Fontana

Arte, reading, documentari, musica a  80 anni dalla morte di Antonio Gramsci. Questo sarà il bouquet di attività che  Marta Fontana, Botti du Shcoggiu e Biblioteca Gramsciana Onlus organizzano per il 22 di luglio nell’atelier artistico di Marta Fontana  in via Bruno Danero. Marta Fontana nasce a Este nel 1971 e vanta un percorso formativo densissimo.  Segue studi umanistici e linguistici con esperienze all’estero tra cui un anno negli Stati Uniti, con borsa di studio, durante il quale segue corsi di fotografia e pittura. Quindi corso di collage e incisione finalizzati al libro d’artista alla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia; diploma all’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Urbino, con tesi di Progettazione Sperimentale e di Ricerca per la realizzazione di oggetti-testo;  trimestre alla Leeds Metropolitan University, sezione pittura, incisione e illustrazione, a Leeds, Gran Bretagna, con borsa di studio Erasmus e partecipa ad uno stage di ricerca e realizzazione di simboli grafici di pubblica utilità, presso la Scuola Superiore d’Arte e Design di Augsburg, Germania, con borsa di studio ISIA. Frequenta per circa un anno il laboratorio di incisione dell’Accademia Raffaello di Urbino e il laboratorio di modellazione e decorazione ceramica presso la stessa Accademia. Dal 1996 al 1999 realizza scenografie e oggetti di scena per il gruppo di teatro sperimentale Aenigma dell’Università di Urbino. Nello stesso periodo inizia un suo personale percorso di ricerca pittorica con le terre naturali dell’isola di San Pietro, a sud ovest della Sardegna, dove si trasferisce nel 2001 e dove tuttora vive e lavora. Nelle sue sperimentazioni pittoriche e installative, materiali plastici o metallici spesso in dialogo con materiali naturali e liquidi. Il recente ciclo installativo “Liquido” esplora il concetto di “società liquida” in riferimento al lavoro teorico di Zygmunt Bauman.  Il nono appuntamento di 33 x 366 che ha per titolo A Gramsci . Ricordi politici e civili, propone un denso programma. Apertura dello studio Fontana dalle 19 alle 24; alle 20.30 Giuseppe Andrea Manias, direttore della Biblioteca Gramsciana propone Gramsci raccontato per immagini un classico format, sebbene costantemente aggiornato, della divulgazione gramsciana multimediale; alle 21.15 Susanna Mannelli, con il commento musicale del violinista Matteo Gallus, leggerà alcuni brani tratti dagli scritti di Gramsci; alle 22 conclusione dei  lavori con la proiezione del documentario Gramsci 44 di E. Barbucci. https://www.facebook.com/events/596324477194214/ e http://www.martafontana.it/index.htm Luigi Manias