33×366 con Marco Loddo

Marco Loddo e Biblioteca Gramsciana Onlus organizzano per domenica 29 gennaio il ventiduesimo  appuntamento della rassegna d’arte e cultura 33 x 366. Ritrovo presso lo studio di Marco Loddo a Pirri in vico VI Balilla 11, che aprirà al pubblico dalle 16 alle 21. L’artista  che si cimenterà in una performance estemporanea su tematiche gramsciane, provvederà anche all’allestimento di una articolata esposizione di  sue opere. Alle 18.30 relazione di Piero Marcialis dal titolo Io e Gramsci. Marco Loddo nasce a Milano il 5 agosto 1964, dimostrando sin dalla rpima giovinezza una spiccata sensibilità verso lo studio, la ricerca di materiali e le  tecniche di lavorazione e loro applicazioni in ambito artistico. La sua produzione inizia nel 1990, con opere sperimentali di vario genere: dalla pittura alla scultura, alla lavorazione di vari metalli e ceramica. Si laurea in Beni Culturali con indirizzo archeologico. Loddo attraverso l’osservazione della realtà cerca di cogliere quel disegno ideale, quella forma d’energia primordiale che regola i fenomeni della natura, per poi rielaborarla in base alle proprie esperienze personali. Aspetti del reale, costanti, che offrono spunto alla sua riflessione, sono le trasformazioni dei corpi e della materia, tutti I fenomeni influenzati dallo scorrere del tempo, soffermandosi in particolar modo nell’atto del divenire. Questi elementi vengono poi filtrati e tradotti in forme nuove e simbolismi, che rispecchiano sentimenti e stati d’animo individuali e collettivi. Piero Marcialis è nato a Cagliari nel 1948 dove  si laurea in filosofia.  È autore e regista di varie opere teatrali e di ricerca etnografica tra cui: Nella valle di Lanaittu (1986); Gemellus (1991); Sa dì de s´acciappa (1996); Emilio Lussu (mc, 1996); I riti della settimana santa a Gesturi (1997); Sa creazioni (2007). https://www.facebook.com/events/213751325696623 Luigi Manias