33×366 con Francesca Addari

La ceramica ha nell’oristanese una terra di elezione e a questo fascino non si è saputa sottrarre Francesca Addari di Usellus, che dopo un precorso formativo come educatrice per comunità infantili, segue dei corsi di ceramica e nel 2002 “apre bottega”.  Inizia la sua produzione con la tecnica del colombino ispirandosi a reperti del periodo nuragico e neolitico, per arrivare a quella attuale foggiata al tornio, con forme e colori innovativi ma con segni e decori che richiamano la cultura nuragica. I manufatti si distinguono per eleganza e sobrietà e si prestano ad essere collocati in ambienti che spaziano dal classico al moderno. Francesca sarà la protagonista sabato 18 marzo del ventisettesimo appuntamento di 33 x 366, la rassegna d’arte e cultura ispirata ai temi gramsciani, promosso da Associazione Julia Augusta di Usellus e Biblioteca Gramsciana Onlus.  L’evento si svolgerà, secondo il consolidato orario dalle 16 alle 21, presso i locali della Biblioteca Comunale di Usellus in vico Eleonora d’Arborea 4. Alle 18.30 una interessante relazione di Ernrico Lobina dal titolo: Gramsci, Vietnam, confucianesimo. Lobina si è laureato a Cagliari nel 2003 in Scienze politiche, indirizzo internazionale. Dopo un periodo di studio a Milano, ha lavorato sei mesi in Vietnam. Nel frattempo, ha cominciato nel 2004 un dottorato in “Storia, istituzioni e Relazioni internazionali dell’Asia e dell’Africa” a Cagliari. La tesi di dottorato è diventata un libro, pubblicato nel 2010, dal titolo “Viet Nam, le radici della resistenza”. Nel frattempo, dall’aprile del 2005 alla fine del 2006, è stato consulente del ministero degli Affari esteri. Nel 2008 ha lavorato per conto delle Nazioni unite presso l’Ambasciata d’Italia a Pechino. Il soggiorno cinese ha permesso di studiare la realtà dell’Impero di Mezzo. Collabora con l’Università di Cagliari. https://www.facebook.com/events/857124837761415/ Luigi Manias