33×366 con Antonio Pirellas e Marco Simbola

Due gli appuntamenti per settembre della rassegna d’arte e di cultura 33 x 366, posto sotto l’egida della Biblioteca Gramsciana Onlus. ll primo e dodicesimo appuntamento si svolgerà sabato 17 settembre sul tema Gramsci e l’ambiente. L’artista protagonista sarà Antonio Pirellas, che dalle 26 alle 21 aprirà il suo studio di via Cagliari (angolo via Europa) a Sestu. L’architetto Giorgio Spiga alle 18.30 indagherà l’innovativo riflessione di taglio ambientalista proposta da Gramsci nella sua relazione: Il topo e la montagna. Un progetto artistico a carattere ambientale ispirato a Gramsci per i ragazzi. Antonino Pirellas artista e ricercatore di formazione eterogenea classica, artistica e scientifica; ha studiato Pittura, Illustrazione all’IED a Cagliari e a New York, materie scientifiche a Sassari e all’Università di Pisa. La seconda e 13^ tappa di 33 x 366 Gramsci e l’anarchia è fissato per sabato 25 settembre presso Lab-A in via San Domenico 52 a Cagliari, l’atelier artistico di Marco Simbola che proporrà due turni di apertura: alla mattina dalle 11 alle 13 e nella fasci postmeridiana dalle 15 alle 21. Toccherà invece all’ispiratore di 33 x 366, Giuseppe Andrea Manias direttore della Biblioteca Gramsciana, tenere alle 18.30 la relazione Antonio Gramsci e il movimento anarchico nel periodo de l’Ordine Nuovo.  Qualche nota sul percorso formativo di Marco Simbola, non  consueto per gli artisti sardi. Artisticamente si sviluppa a Bologna dove collabora col laboratorio “Arte Nazario 32” e artisti come Stefano Manzotti e Marcello Montoro. Sensibile  a tematiche di tipo sociale e politico, in occasione del pride nazionale di Bologna nel 2013 è ideatore e curatore della collettiva  Diversa – mente collettiva di pittura sulle diverse percezioni dell’essere,  dove le opere esposte seguono tematiche non solo sull’orientamento di genere o sessuale ma contemplano ogni forma di diversità. Fonda insieme a Dario Salamone l’associazione 65 pollici, laboratorio polivalente di arti pittoriche e performative. Tornato a Cagliari, apre Lab-A, piccolo laboratorio artistico con annesso spazio espositivo, che mette a disposizione di artisti emergenti che difficilmente, vista la realtà attuale del panorama artistico isolano, troverebbero canali espositivi. https://www.facebook.com/events/942253612551983 e https://www.facebook.com/events/1786031878275987/ Luigi Manias